fbpx
MostreItaliaRamonika, la mostra che racconta le magiche Valli del...

Ramonika, la mostra che racconta le magiche Valli del Natisone

-

spot_img

Fino al 28 agosto, Beneška Galerija, del museo Smo Slovensko Multimedialno Okno – Finestra multimediale slovena di San Pietro al Natisone, ospita la mostra fotografica “Ramonika“, un progetto fotografico di Valentina Iaccarino e Pietro Peressutti.

ramonika Valli del Natisone
Simone nel cortile della sua casa. Vive da solo, da quando entrambi i genitori sono deceduti. Courtesy © Valentina Iaccarino e Pietro Peressutti

Lo sguardo fotografico di Iaccarino e Peressutti sulle Valli del Natisone

La mostra fotografica, a cura dell’artista e fotografa Giulia Iacolutti, è allestita con 20 fotografie che illustrano un incantevole luogo della Regione Friuli Venezia Giulia in al confine con la Slovenia: le Valli del Natisone.

Il titolo della mostra, Ramonika, proviene dal termine fisarmonica (dal dialetto beneciano) ed è l’esito di un lavoro a quattro mani iniziato dal 2019 dai fotografi Valentina Iaccarino e Pietro Peressutti, assidui frequentatori di questi luoghi da oltre dieci anni.

Le immagini propongono con un ritmo cadenzato, la metafora dei movimenti di una fisarmonica e in parallelo alla tematica di confine, fermi immagine che sono l’espressione dell’esperienza di vita in questo territorio degli autori.

La modulazione di ogni singola fotografia è delicata e poetica, un’attesa vissuta con spirito di scoperta tra scenari e persone che portano alla luce un modo di intendere non solo di queste realtà, ma della loro stessa fotografia.

È il ritratto di una comunità che custodisce con fermezza e mirabile spirito di appartenenza tradizioni, folclore e una spontanea sintonia tra le persone. Una società che attraverso questi elementi orgogliosamente definisce l’esistenza delle Valli del Natisone.

ramonika Valli del Natisone
Ritrovo annuale per la festa dello sfalcio nei prati di Tribil Superiore. Courtesy © Valentina Iaccarino e Pietro Peressutti

La vita che scorre in una visione intima

Nelle immagini di Iaccarino e Peressutti, la fisarmonica è un continuo raffigurarsi semanticamente: la vita che scorre, un immutata atmosfera, volti e luoghi a-temporali, tradizioni ben custodite, momenti di autentica socialità. La visione intima e il rinvio di una fotografia vintage, raccontano un luogo vivissimo.

Come degli archeologi del tempo, Iaccarino e Peressutti, presentano un lavoro fotografico dal proposito emotivo che, attraverso nuovi sguardi, restituisce memoria e identità collettiva. A conclusione, la volontà da parte degli autori di una condivisione pubblica.

Farà parte dell’esposizione anche il menabò del lavoro editoriale – curato da Giulia Iacolutti e in attesa di pubblicazione – vincitore della sezione Letture Portfolio 2022 indetto da Fotografia Europea. Durante tutto il corso della mostra, a sostegno economico del futuro libro fotografico, sarà possibile acquistare le opere esposte.